.
Annunci online

manovella
metti in moto il tuo pensiero
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 85955 volte

contatto mail
 

Stanziamenti blindati
9 ottobre 2009


Tra i vari risvolti della tragedia abbattutasi sul messinese e, precisamente, tra le varie polemiche insorte, pure quella da parte della Regione Sicilia che seguito ad una frana, anche se di minori proporzioni, avvenuta nel 2007, aveva successivamente richiesto al Governo un cospiquo stanziamento per gli adeguamenti di sicurezza sul territorio.

Quindi è vero che tale tragedia si poteva evitare, non era tutta colpa dell'abusivismo a quanto pare, ma anche ad una grave forma di dissesto geologico considerando che solo una minima parte dei territori delle montagne sovrastanti le località di Giampilieri e Scaletta Zanclea fa parte del Demanio Regionale, ma è anche vero che qualcuno in Regione si è mosso per poter eventualmente limitare i danni in caso di eventuale calamità (cosa che purtroppo si è successivamente verificata).

E dopo le varie trafile per la richiesta delle sovvenzioni e nel frattempo il cambio di Governo, il Ministero dell'Ambiente, da quanto risulta ha negato tra i vari stanziamenti richiesti pure questo, facendolo passare tra i "tagli" di spese.
Ciò nonostante a presiedere tale Ministero ci sia una siciliana "DOC" la quale successivamente alla tragedia è stata la prima Autorità di Stato intervenuta sul posto, dove durante le interviste ai vari TG si trovava seduta nel sedile passeggero dell'auto ministeriale con il finestrino praticamente socchiuso dove si notava l'evevato spessore dovuto all'allestimento di superblindatura antiproiettile usato per le auto che abitualmente utilizzano questi dirigenti di stato.

Ho più volte sostenuto in questo blog che il viaggiare blindati significa temere il popolo, se uno ha la coscienza pulita non deve demere nulla.

Forse in questo caso qualcosa da temere c'era...



permalink | inviato da manovella il 9/10/2009 alle 6:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Libertà di stampa
30 settembre 2009


Grande giorno ieri all'Aquila per la consegna di 400 alloggi ad altrettante famiglie di terremotati, con la presenza di "Colui" che ha voluto evidenziare l'impegno del governo per dare un tetto a parte di queste persone colpite dal tragico sisma di aprile e considero in ogni caso assolutamente encomiabile lo sforzo fatto non solo dal Governo ma da tutti gli italiani per la solidarietà mostrata sotto i vari aspetti a questa popolazione sfortunata.

Certo, quando il risultato mantiene le attese, è automatico soprattutto quando in "cima al monte" ci sta chi caratterialmente ama evidenziare la brillantezza di una meta raggiunta più o meno nei tempi stabiliti e ciò carica nell'animo nel promettere che ulteriori 300 alloggi al mese saranno assegnati fino al raggiungimento del reale fabbisogno (e ce lo auguriamo tutti).

E automaticamente tutti gli organi di stampa con le loro prime pagine, organi di stampa di tutto il paese ovviamente!

Solo il giorno prima, in un'altra città italiana, muore la piccola Morena, una bimba di un anno nata con una grave malformazione cardiaca e quindi già bisognosa di cure dall'inizio ma le esigue possibilità economiche della sua famiglia costretta a vivere in un misero container e quindi le condizioni di sopravvivenza della piccola (che già da neonata aveva miracolosamente superato un inizio di assideramento) erano inesorabilmente precarie.



Tutto ciò nella stessa città in cui il primo cittadino ha attinto al personale della sua ammistrazione per la manutenzione della sua imbarcazione e nella stessa città in cui ha sede un iportante quotidiano distribuito capillarmente in tutto il resto della regione che in data odierna ha pubblicato a caratteri cubitali in prima pagina l'assegnazione degli alloggi in Abruzzo ma che non ha speso nemmeno un paio di righe per la morte della piccola concittadina.

Qualcuno mi dica se questa è libertà di stampa! 



permalink | inviato da manovella il 30/9/2009 alle 14:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Figlia mia quanto mi costi!
22 settembre 2009
Più o meno così dovrebbe avere esclamato il Sig. Spears quando ha cercato di far quadrare i bilanci della nota figlia popstar Britney notando delle spese piuttosto esose che sostiene mensilmente, valutate all'incirca tra le varie voci in 4.700 dollari di ristoranti, 16.000 dollari di abbigliamento, 2400 dollari di telefonate e... udite udite...la voce più curiosa riguarda ben 2.500 dollari mensili in carta igienica, in questo caso rigorosamente griffata Louis Vuitton.


Effettivamente qua sta la voce più curiosa ed, in proporzione al resto, più esagerata, va bene che per quanto si denota quanto e come le ha fornito madre natura va "delicatamente" salvaguardato (anche se a dire il vero non ero affatto al corrente che il celebre stilista d'oltralpe firmasse pure l'irrinunciabile quotidiano prodotto).

A meno che l'elevata spesa non si dovuta ad un probabile spot pubblicitario sulla falsariga di quanto reclamizza la Marcuzzi con lo yogurt legato alla clausola "soddisfatti o rimborsati", ed in questo caso la Spears risulterebbe ampiamente soddisfatta!



permalink | inviato da manovella il 22/9/2009 alle 6:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Giustizia all'acqua di rose
19 settembre 2009
"Gioacchino Orlando, di 40 anni, è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Caltanissetta perché ritenuto l'autore di due tentativi di furto compiuti in abitazioni di due anziane donne il 23 luglio scorso a Delia. L'uomo è stato identificato dalle vittime che lo hanno riconosciuto. Nel primo caso, secondo l'accusa, Orlando avrebbe anche minacciato di morte e aggredito la vittima, procurandole lesioni al collo e al viso, se non gli avesse consegnato i soldi che aveva in casa. Sentendo dei rumori provenire da fuori l'uomo è fuggito senza rubare alcunché. Il secondo tentativo di furto è stato commesso nella casa di un'altra anziana ma il bandito è stato messo in fuga dall'inatteso rientro nell'abitazione della proprietaria. Nei confronti di Orlando carabinieri nisseni hanno eseguito un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesso dal Gip di Caltanissetta."

(fonte ansa)

Posso essere, anzi lo sono sicuramente, ignorante in materia giuridica ma da cittadino mi sento di esprimere grande sdegno su come operano certi rappresentanti della giustizia: Se il malfattore non avesse udito questi rumori come avrebbe proseguito il misfatto?
E il Gip ordina semplicemente gli arresti domiciliari (che si sa lasciano il tempo che trovano da come vengono solitamente applicati). Forse il deterrente dovuto al sovraffollamento delle carceri?
Mi piacerebbe sapere come vengono valutati i parametri delle pericolosità di certi individui. A personale e modesto avviso, un individuo che approfitta della vulnerabilità delle persone anziane dovrebbe essere tassativamente rinchiuso per un lungo periodo.
E gli arresti domiciliari li darei a questi Gip che sentenziano all'acqua di rose, onde evitare che continuino a sominnistrare zuccherini a individui pericolosi per la società.




permalink | inviato da manovella il 19/9/2009 alle 6:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Fuori i nomi!
26 agosto 2009

 
A Cala Corsara, nell'arcipelago della Maddalena in Sardegna, nel più bel paradiso naturale di questa zona, i turisti che si stavano godendo le vacanze nella spiaggia sono stati letteralmente cacciati da energumene guardie del corpo di un gruppo di vips a bordo di un mega-yacht battente bandiera delle isole Cayman (uno dei noti paradisi fiscali per facoltosi evasori) i quali sicuramente notando la straordinaria bellezza del posto hanno pensato di farselo proprio per alcune ore dando senza alcun scrupolo ordine ai loro gorilla di cacciare i comuni mortali presenti sul posto.

Lo scopo era quello di organizzare un lussuoso mega-barbecue per 12 persone (tanti erano gli "importanti" commensali) in occasione di una sosta durante la crociera a bordo del lussuoso panfilo, pare noleggiato per l'occasione, e pure attrezzati per la conseguente pennichella pomeridiana (peverini!).
Presumibilmente si tratta di vips a quanto pare stranieri i quali si saranno raggruppati in occasione delle vacanze con guardie del corpo e personale di servizio al seguito.

Top-secret l'identità di questi individui ma proprio su questo mistero nutro i miei dubbi e qualcuno li avrà pur visti e riconoscuti. Ora sta ai mezzi di informazione il non temere querele e altre conseguenze nel fare i nomi.

Possono essere noti personaggi dello spettacolo, della musica, del cinema, dello sport, della finanza. Possono essere idoli di tanti di noi comuni mortali ma a questo punto non importa se crolleranno dei miti (ed in ogni caso il tempo è come una spugna che pulisce e quindi non crolleranno) ma perlomeno sapere chi...coro che vediamo alla TV e che hanno tante belle parole, tanti bei pensieri, tante belle teorie..in apparenza.

Ma che alla fine non sono nessuno, visto che non hanno il coraggio di mostrare la propria faccia nella realtà alla gente comune per dimostrare la loro presuntuosità per un infantile capriccio dovuta solo ad un alto benessere economico raggiunto e con la conseguente necessità di viaggiare scortati (che tristezza!) e sguinzagliare le loro guardie del corpo evidentemente tenuti come pitbull da combattimenti abusivi facendoli scagliare come spauracchi per allontanare i turisti "normali".



permalink | inviato da manovella il 26/8/2009 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sgarbi di gomito (alzato)
30 luglio 2009
Dopo tanta inattività nel blog non è che la voglia di scrivere cala, anzi spesso la tentazione di rimettersi davanti alla tastiera è grande, e spesso nella mente si crea un imbuto dove tante cose si accumulano e l'imboccatura stretta le fa uscire lentamente.
Gli ingranaggi della manovella a volte si arrugginiscono ma basta un po' d'olio per farli girare di nuovo.
Quante cose sono successe e cosa dire?

Tante cose che mi vegono in mente seguendo le evoluzioni talvolta involutive posso dire che in un periodo di limitazioni agli eccessi tipo la piaga dell'abuso di alcool da parte dei giovani e tutte le tristi conseguenze che ne derivano.
Ulteriori inasprimenti delle pene approvati in questi giorni e speriamo che pure al Senato passino e da citare pure la legge emanata dal sindaco di Milano, Letizia Moratti, che vieta la vendita di alcoolici ai minori di 16 anni.
Credo che tale legge avrebbe dovuto essere applicata da molto tempo prima e, meglio tardi che mai, ora l'esempio verrà seguito da tanti altri comuni italiani.


Ma c'è chi ha avuto da ridire, come Vittorio Sgarbi, il quale come risposta alla legge della Moratti, ha controbattuto invitando i giovanissimi a venire a Salemi (TP), cittadina di cui è sindaco dicendo che "qui non ci sono limiti".

Alla faccia! Risulta che il limite è al di sotto dei 16 anni e penso che al di sotto di questa età i danni causati dall'alcool siano abbastanza rilevanti anche se assunto in modica quantità. 
Ritengo che il Prof. Sgarbi stavolta l'abbia detta davvero grossa, e vabbè che ritiene la sua Salemi la capitale del vino (anche se ho i miei dubbi che lo sia davvero) ma invitare i minori di 16 anni "vittime della restrizione" sia piuttosto eccessivo. Va bene promuovere il prodotto locale ma ritengo ad età più adeguate, ferme restando le dovute moderazioni, ma invitare ad iniziare al prodotto alcolico una generazione di giovanissimi dall'organismo ancora in formazione, siamo ben lontani dal promuovere un prodotto tipico fiore all'occhiello di una determinata zona, a meno che certe ruggini con la signora Moratti non lo abbiano portato all'eccesso su certe dichiarazioni.

Non è che a sto punto, da storico critico d'arte, veda un futuro come questo quadro?




permalink | inviato da manovella il 30/7/2009 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre       



Visitor Map
Create your own visitor map!